Il Percorso

Chi intraprende un percorso di Psicoterapia, quasi sempre introduce il racconto di sé attraverso un sintomo specifico (ad esempio uno stato d’ansia o una situazione conflittuale vissuta con il partner o un familiare). Nel corso del cammino terapeutico, poi, pensieri, emozioni, ricordi, inibizioni, desideri inespressi stimolano il paziente a conoscere e approfondire i processi consci e inconsci che influenzano le proprie scelte e i propri comportamenti, non solo in relazione al sintomo iniziale, ma anche verso un contatto più profondo e autentico con il vero sé. La volontà di sapere si accompagna alla volontà di guarire.

Guidati dall’attenzione e dall’ascolto non giudicante del terapeuta, ognuno secondo i propri tempi, in terapia i pazienti diventano più sinceri con se stessi, entrano più facilmente in relazione profonda con gli altri, arrivano a sentirsi più forti di fronte ai problemi e più vitali, ed imparano a prendere i loro sentimenti sul serio.
Vivono l’esperienza di ascoltare il proprio desiderio.

Ciò che conta non risiede tanto nell’origine, nella prima manifestazione dei sintomi, quanto piuttosto nel significato del sintomo stesso. Forse i sintomi svaniranno soltanto quando tale messaggio verrà capito.
(I. Yalom)